Vacanza studio ad Oxford

la città di Oxford in UK
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Il nostro caro amico Simone per il secondo anno di fila, ha partecipato ad una vacanza studio ed ha deciso di raccontarci la sua esperienza. La sua scelta è ricaduta sulla vicina Oxford(Un’ora di treno da Londra) ed è riuscito ad unire party notturni con lezioni di inglese!

Ciao! Sono Simone ho 25 anni e vorrei raccontarvi la mia vacanza-studio ad Oxford. Vi dico subito che mi è piaciuta molto, mi sono divertito e ho migliorato il mio inglese. Sono stato tre settimane, nel mese di Agosto 2007, è stato tempo stupendo per quasi tutta la vacanza e addirittura è piovuto solo un paio di volte!

Dunque parto dal principio, dalla prenotazione del viaggio Dopo aver navigato per ore e ore alla ricerca dell’offerta migliore ho prenotato tramite ESLstrong, discreta agenzia e vi dico perchè: i listini dei prezzi sono in sterline e la fattura di pagamento me l’hanno fatta in euro con un cambio del tutto inspiegabile (1,52…) praticamente pagavo circa 8c in più rispetto al cambio reale (1,48…) così me ne sono fatta inviare un’altra con pagamento in sterline, peccato che me l’hanno mandata due settimane dopo! Ad Oxford ho avuto dei problemi con la situazione del mio residence: sporco, stanze minuscole e molto, molto rumoroso.

Ho chiamato la ESL esponendo loro il problema e chiedendo di cambiarmi alloggio al più presto. Non essendoci camere libere me ne sono dovuto stare nella mia bella stanza-loculo (PS: chiedete di alloggiare all’Elena House o al Stepledon House sono ottimi residence ma soprattutto dite espressamente che NON volete alloggiare al Penson Garden Residance, è una topaia!). Altra cosa, portatevi 100 sterline extra per la cauzione, la ESL non me l’aveva detto.

Al mio arrivo al residence (Penson Garden) ho trovato l’entrata, la cucina e il cortiletto su cui si affacciava la mia stanza, sporchissimi: bottiglie, cartacce, sacchetti di patatine ovunque, il pavimento della cucina che appiccicava e persino un’anguria a pezzi sul tavolo! Praticamente c’era stata una festa il venerdì sera, nessuno aveva pulito e fino al lunedì è rimasto tutto in quello stato. Ho fatto presente il problema all’agenzia ma la cosa si ripeteva ogni volta che si faceva una festa. …dato che alle feste partecipavo anche io alla fine non mi dava tanto fastidio!

Ogni giorno mi alzavo al mattino alle 8.30, doccia, colazione ultra speedy e via a scuola. Si iniziava alle 9.10, alle 11.00 mezz’ora d’intervallo per poi finire alle 13.00. Eravamo sempre in gruppo e dopo scuola ritornavamo al residence per mangiare (cucinavamo sempre nelle cucine dell’Elena House, molto più decenti di quella del Penson G. dove si facevano i party (Penson Garden e Elena H. sono adiacenti). Al pomeriggio andavamo a visitare Oxford: musei, parchi, college universitari ecc.

Alla sera si usciva sempre, discoteca, pub o qualsiasi cosa ci proponeva la serata (per imparare l’inglese bisogna parlarlo il più possibile, quindi stare a contatto con persone straniere il più possibile. Uscire tutte le sere è dispendioso ma altro non è che un investimento che và ad aggiungersi al costo del corso d’inglese!) Nei weekend si faceva sempre una gita: Londra, Cambridge, Stonehenge, e molte altre mete proposte dalla scuola.

Io sono andato a Londra, Stonehenge e Salisbury… belle tutte quante!
Concludendo vi dico che Oxford è bellissima e vorrei darvi alcune dritte in caso aveste intenzione d’andarci.

  • I residence per ragazzi che conosco sono tre: Elena House, Stepledon House e Penson Garden. I primi due sono accoglienti ma il Penson G. è da evitare.

  • Per fare la spesa non andate nei market che trovate in centro, sono molto costosi e hanno poca scelta ma andata alla Tesco (Cowley road) è un supermarket identico ai nostri (comprate i prodotti marchiati Tesco, hanno un buon rapporto qualità-prezzo)

  • Le discoteche sono tre: The Bridge, Studios ed Imperial. Il migliore è il The Bridge (molto grande e molta gente) invece l’Imperial è bruttina (a parer mio ovviamente) ma ha il vantaggio che fanno entrare molti minorenni (non si potrebbe; in caso siate minorenni e riusciste ad entrare in qualsiasi discoteca, pub o piano bar occhio a non farvi pescare dalle guardie con alcolici in mano, in Inghilterra non chiudono un occhio! I controlli da parte della polizia nei locali sono frequenti)

  • Pub e piani bar: per quanto riguarda i pub avete l’imbarazzo della scelta, tutti hanno ottima birra (evitate i cocktail, non li sanno fare e costano molto più che un’ottima pinta di birra), andate a visitare i più antichi (ce nè uno aperto dal 1300!!!) resterete affascinati! Ci sono molti piani bar tra cui il Che Passa dove potrete ballare salsa e merengue con qualche bella chica o chico!

  • I ristoranti: non ne ho provati molti dato che sono cari (è una banalità dire che l’Inghilterra è cara, ma finchè non lo si prova sulla propria pelle non si sa bene cosa vuol dire!), comunque se vi piace il pesce c’è un ottimo ristorante in St. Clement street (di fianco all’Elena House), per mangiare una buona pizza c’è Zizzi in centro oppure un ristorante argentino sempre in centro, di cui mi sfugge il nome.

  • Musei e posti da non perdere sono: S. Christ Church (dove hanno girato diverse scene di Harry Potter!), il Magdalene College (stupefacente il parco dei cervi), l’Oxford University Museum of Natural History, Museum of The History of The Science, i vari dipartimenti dell’università disseminati per Oxford e tutti i vicoli laterali di High Street (tutti posti raggiungibili a piedi; procuratevi un buon paio di scarpe da tennis!). Se avete una dolce compagnia non potete mancare il giro in barca sull’Oxford canal), scegliete la giornata giusta e vedrete paesaggi da sogno!

Spero di non avervi annoiato e che quanto letto possa in qualche modo servirvi,

ciao! Simone

   
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione