Vivere a Londra / Lavorare a Londra / Guida sul lavoro a Londra / Maternità a Londra, ecco cosa prevede la legge

Maternità a Londra, ecco cosa prevede la legge

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

La legge inglese offre svariate possibilità di sostegno ai neo-genitori. Oltre alla classica “maternità“, infatti, che corrisponde a un periodo di aspettativa dal lavoro nel primo periodo di vita di un figlio, a alcuni anni a questa parte si è diffusa anche la “paternità“: anche i neo-padri, dunque, hanno diritto a trascorrere accanto al proprio figlio i primi mesi della sua vita, usufruendo inoltre di permessi speciali e altre agevolazioni.

Una neo-mamma che lavora a Londra, ha diritto a:

  • Statutory Maternity Leave;
  • Statutory Maternity Pay;
  • Paid time off for antenatal care;
  • Extra help from the government;

Di seguito, analizzeremo i suddetti punti per indicare quali sono i diritti e i benefits a cui hanno diritto le donne in maternità.

Statutory Maternity Leave

Con quest’espressione s’intende il classico periodo di aspettativa dal lavoro di cui una donna ha bisogno prima e dopo la nascita del proprio figlio. Secondo la legge inglese si possono richiedere fino a 52 settimane di Maternità, suddivise in “Ordinary Materniy Leave” (prime 26 settimane) e “Additional Maternity Leave” (ulteriori 26 settimane).

Ovviamente ognuna può decidere se usufruire dell’intero periodo o meno, partendo da un congedo minimo di due settimane dopo la nascita del bambino (o 4 settimane se si lavora in una fabbrica). Di solito, è possibile iniziare l’Ordinary Maternity 11 settimane prima della nascita.

Statutory Maternity Pay

L'”SPM”, ossia il Statuary Maternity Pay, è l’indennità di maternità, che può essere pagata per un massimo di 39 settimane. L’ammontare della cifra che si riceverà è pari al 90% della retribuzione media settimanale (al netto delle imposte) per le prime 6 settimane, per poi passare a 138,18 £ o al 90% della retribuzione media settimanale (se inferiore a questa cifra) per le successive 33 settimane. A questa somma saranno detratte le tasse corrispondenti, come avviene per il salario normale.

Paid time off for antenatal care

Con questa dicitura si identifica il diritto, per la madre lavoratrice, di prendere permessi dal lavoro (ugualmente retribuiti) durante la gravidanza, per andare a visite mediche, seguire corsi post parto o qualsiasi tipo di formazione o pratica sia consigliata dal medico o dal ginecologo. In UK, infatti, le donne sono fortemente tutelate da questo punto di vista e godono di numerosi diritti.

Extra help from the government

Lo stato inglese offre ulteriori forme di sostegno alle neo-mamme. Per verificare se si ha diritto a uno dei seguenti benefits, si consiglia di consultare la pagina online del governo inglese e usare uno degli strumenti online a disposizione per verificare la propria situazione professionale e familiare.

Tra i benefits per cui ci si può candidare ci sono rimborsi sulle tasse, contributi economici e agevolazioni, come ad esempio:

  • Child Benefit
  • Child Tax Credit
  • Working Tax Credit
  • Income Support (se non si ha un lavoro)
  • Sure Start Maternity Grant (un contributo una tantum di 500 sterline erogato dallo Statoi quando nasce il primo figlio)
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione