L’ora del thè

l'ora del tè a londra
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Siete mai stati a Londra? Avete mai assaporato il carattere forte, vitale, frenetico di questa metropoli? Con i suoi 7,5 milioni di abitanti è la città più popolata dell’Unione europea e una grande potenza economica a livello mondiale, cos’altro la rende così eccezionale? Viene definita spesso come una città che ha qualcosa per chiunque! E’vero! Non si deve essere giovani per godersi i ritmi e le bellezze della città. Non occorre molto tempo per integrarsi e sentirsi parte della società!

Si rimane increduli nel pensare quante siano le etnie che convivono nel rispetto e in sintonia. Come esse riescano ad integrarsi le une alle altre e a fondere le loro tradizioni. Londra è stata per secoli la culla di cultura, arte, musica, moda il tutto condito dalla floridezza economica. Sono forse questi gli ingredienti che hanno portato nei secoli milioni di persone a trasferirsi in questa città. Ma non solo. La tolleranza, l’ospitalità e l’apertura mentale dei londinesi (londoners) l’hanno resa una delle città più affascinanti d’Europa e del mondo.

Chi visita per la prima volta Londra si vede quasi avvilito, ha l’impressione che sia una città troppo caotica per viverci. Ma questa è solo la prima impressione che si ha camminando di giorno e anche in piena notte, per le trafficate strade del West End. Leicester Square, Covent Garden, Piccadilly Circus e Oxford Street sono il cuore di Londra. Si è travolti dal mix di colori, odori, lingue che possono sentirsi passeggiando allineati nelle enormi file di queste strade. Ci si sente quasi spaesati quando per attraversare la strada si deve stare ben attenti a guardare dall’altra parte, a destra, per non rischiare di essere travolti dalle automobili.

Ma è solo un’impressione iniziale, Londra fa innamorare chiunque! Una delle mie ultime volte a Londra ho conosciuto una parte molto intrigante, dove si può osservare da vicino la vita degli inglesi, dove si è lontani dal caos del West End! Nei pressi di Liverpool Street dove vive un mio vecchio amico d’infanzia, ho conosciuto la vera Londra. In quelle strade di fronte allo Spitalfields Market, dove si raccontava di Jack lo squartatore.

Proprio lì sono arrivata una notte d’agosto tra la foschia, trascinando il mio bagaglio con la fretta di trovare la casa del mio vecchio amico. Proprio lì dove la City con i suoi grattacieli a specchio contrasta le abitazioni di Spitalfields. Mi sono affezionata subito! Era piacevole l’atmosfera! Nel fresco della mattina osservare gli uomini d’affari in giacca e cravatta recarsi a lavoro, di sera, queste stesse persone si godevano l’happy hour nei pub dei dintorni. In maniera rilassata con i colletti sbottonati, molti di loro brilli. Il mio locale preferito era il 1001 Cafè, trascorrevo l’ora del te a sorseggiare earl grey e a leggere.

Ero sola, ma c’era sempre qualcuno che mi faceva compagnia. Gente di tutte le età e specie. Ci sarebbe da dire: che noia! Con tutto quello che c’è da vedere in una grande città, restare chiusi in un locale a sorseggiare te? Ma in realtà io mi sentivo al centro del mondo! Non avevo bisogno di uscire e cercare emozioni, avevo tutto lì! Ogni pomeriggio era diverso dall’altro, si incontrava sempre gente nuova, si ascoltava musica nuova, odori e sapori nuovi! Viaggiare da soli è una cosa che mi ha sempre spaventato, ma a Londra non mi sono mai sentita sola.

Il solo chiacchierare con gente che non conosci ed entrare quasi in familiarità, il capire quanto siano diversi i modi di pensare e quanto faccia aprire gli occhi il conoscere nuovi modi di fare, è eccitante. Londra è anche e soprattutto vita notturna! A mezzanotte il 1001 chiude! Si assiste quasi ad un rito, la gente si trasforma, si maschera! Le nostre serate tipiche erano al Vibe bar a Brick Lane! Economico solo 4 p per entrare e passare una bella serata. Per chi adora il minimal house, invece, consiglio il Shoso a Tabernacle Street.

Dopo aver vissuto per molti anni Londra da turista, adesso la sento come la mia seconda casa. Mi attrae l’idea di poter vivere lì un giorno non lontano

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione