Londra una semplice città

londra una semplice città
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Simon dopo un esperienza fantastica a Londra ha deciso di raccontare a tutti come è iniziata la sua avventura, le prime difficoltà incontrate ed i traguardi raggiunti con forza d’animo e determinazione! Ecco il suo racconto. Londra, una semplice città o uno stargate per cambiare vita? E’ la domanda che mi sono posto quel primo settembre 2005 quando a poche ore dalla partenza dell’aereo era come se avessi perso tutto, sempre se non era successo veramente.

Mentre mi dirigevo in aeroporto, me lo ricorderò per sempre, la radio suonava la canzone di Craig david “I’m walking Away” strano, ma magari era un segno.. andar via per trovare una vita migliore, una via migliore… Beh Londra, una città che ti può dare molto , ti può anche togliere molto, è come un’arma a doppio taglio che se usata nel migliore dei modi può regalarti delle Emozioni e delle Vittorie che poche città al mondo possono darti, e non lo dico per parlare ma per esperienza, dopo New york, Londra è la città più interessante dove ho potuto vivere.

Ritornando a noi, i primi giorni è stato difficile, anche se con la lingua me la cavavo, era difficile comprendere tutti i vari accenti delle persone che vivono la, una metropoli con mille usi e costumi e culture, però non mi son dato per vinto. Ho dormito in degli ostelli, in uno in particolare vicino a piccadilly, non male come inizio, ma volevo di più, volevo sentirmi io in quella città, non vivere con mille persone che non conoscevo e della quale non potevo assolutamente fidarmi, essendo diffidente di natura. E poi c’era il lavoro, un’altro problema in più.

La maggior parte della gente trova lavoro in una settimana nella ristorazione, che ha una domanda di gente mostruosa, ma sinceramente anche li volevo di più. Io ero a londra per rimanerci, non per una parentesi sfortunata della mia vita. E così iniziai a cercare, domandare, vivere e capire come funzionava, come in tutte le parti le cose non ti capitano se non le vai a trovare. E così dopo soli tre giorni trovai lavoro dove volevo io e cosa volevo io , un lavoro che ti dava la possibilità di conversare con la gente e soprattutto nella via per me più bella di Londra in zona 1. Oxford Street, bella gente,belle donne, ti puoi innamorare minimo 20 volte al giorno eheheh.

Facevo il commesso o meglio all’inizio il magazziniere per uno shop di scarpe famoso della zona. Dopo poco tempo mi hanno promosso a venditore, ero l’unico bianco che lavorava al piano di sopra, era una vittoria per me, facevo bene il mio lavoro , con passione, il mio inglese andava sempre meglio, tutto questo per dire che se in un posto come Londra ti dai da fare il salto di qualità lo fai di certo! Per le sistemazioni ehehe li è stato difficile, ripeto all’inizio era un ostello a darmi da dormire, ma volevo la mia privacy e li non era possibile.

Ho scoperto li delle agenzie che subaffittavano appartamenti, case e stanze per settimana ecc e anche li bisogna stare attenti, la gente ti promette il mondo e poi purtroppo cercano di farti la cresta un po ovunque…. e così via per mesi a cercare , cambiar case, posti.. Un po un calvario , MA chi la dura la vince! Ho conosciuto una persona fantastica che si occupa di affittare stanze secondo tutte le tasche e soprattutto venendo in contro ad ogni esigenza da parte di noi italiani che.. a dirla tutta siamo sempre dei rompiballe, cerchiamo sempre l’Italia ovunque andiamo eheheheh.

E ho iniziato a vivere in una delle sue case e così se qualcuno mi chiede delle info su dove andare, cerco sempre di metterlo in contatto con questo ragazzo, perchè sono POCHE le cose che adoro negli esseri umani, e una di questa è l’Onestà. E’ difficile trovarla e se ne trovi una così , vorresti che tutto il mondo la conoscesse! E questa è la mia esperienza con gli alloggi di Londra! E poi che dire, i DIVERTIMENTI, Londra ha questo, se tu hai voglia di star tranquillo , in casa con gli amici o altro puoi farlo senza problemi , ma se vuoi STRAVOGLERE una serata lo puoi fare eccome!!!

Ci sono feste private nelle case, ovunque, basta conoscere le persone che le fanno e sottolineo che far amicizia a Londra è facilissimo! E poi non parliamo dei locali, per tutti i gusti e soprattutto se entri prima delle ore consuete sono persino gratuiti! E gli after party e tutto AAAAAAAAA Londra è una città mondiale! La frase dell’Adidas io la farei seguire al nome delle città:”LONDRA, Impossibile is Nothing!”

Ora vi saluto, non potevo scrivere 2 anni della mia vita, sarei diventato noioso, spero che il racconto vi abbia invogliato un po ad andarci, e scrivo questo , è difficile lasciare il proprio paese, la propria città ma dico io, Anche il più terribile fallimento, anche il peggiore, il più irrimediabile degli errori è DI GRAN LUNGA preferibile al non averci provato! Quindi ragazzi, se volete saperne di più contattatemi, farò il possibile per essere chiaro su ogni vostro dubbio o domanda.

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione