Elisa, cameriera e blogger a Londra

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Elisa ha le idee chiare: a Londra è possibile realizzare i propri sogni. La sua esperienza è quella di tantissimi italiani che arrivano nella capitale inglese in cerca di stimoli, di un’occasione che in Italia fatica ad arrivare.Dalle insicurezze tipiche del “nuovo arrivato” alla voglia di realizzare i propri obiettivi, Elisa ci racconta come sono stati i suoi quattro anni nella capitale inglese.

Raccontaci in breve chi sei, da quanto tempo vivi a Londra e come mai hai deciso di trasferirti? 10334338_10203754504653881_1903987666255214177_n

Ho deciso di trasferirmi a Londra 4 anni fa, anche se da allora ho fatto una “pausa” di un anno durante la quale sono rientrata in Italia. Mi sono trasferita in UK a soli 20 anni!
Ho preso questa decisione perchè avevo voglia di cambiare e Londra mi sembrava un luogo ideale per vivere nuove esperienze.
Sono arrivata e ho trovato subito lavoro come “assistant deli” in una catena di ristorazione molto nota in città!
Sono rimasta per più di un anno ma poi, per problemi personali, sono dovuta rientrare in Italia. Questa pausa forzata non ha spento la mia voglia di vivere a Londra, tant’è che appena mi è stato possibile mi sono trasferita di nuovo.
Ormani vivo di nuovo stabilmente qui da oltre tre anni, e devo dire che non mi sono affatto pentita della mia scelta. Non appena rientrata a Londra ho trovato lavoro in una pasticceria, ma dopo soli 4 mesi ho trovato un impiego migliore in un ristorante italiano nella zona di Victoria, dove tutt’ora lavoro come cameriera.
Sono una persona piena di interessi e passioni, che purtroppo non riesco a coltivare al 100% per via del lavoro, ma ciò nonostante qui sono molto felice, considero quest’esperienza un passaggio fondamentale per la mia vita e la mia crescita personale. Consiglio a tutti di vivere un’esperienza all’estero come la mia!

Sei partita da sola, conoscevi qualcuno sul posto o ti sei rivolta a un’agenzia? Come ti sei organizzata quando hai deciso di trasferirti a Londra?

Io sono partita da sola ma sono stata fortunata, qui conoscevo comunque delle persone, che si sono rivelate fondamentali per me, degli amici su cui poter contare.
Avere un appoggio in una città come Londra è davvero molto utile, perchè all’inizio ci si può sentire davvero spaesati.
Non appena arrivata ho subito iniziato a cercare lavoro con il classico “porta a porta”: entravo in ogni ristorante o negozio che incontravo pronunciando la classica frase: “I’m looking for a job”, consegnando a ognuno una copia del Curriculum in inglese. Dopo circa 6 giorni è arrivata la prima chiamata e ho iniziato subito a lavorare. Da lì poi ho svolto tutte le pratiche necessarie per poter vivere qui (National Insurance Number, conto corrente, ecc).

Ho maturato la mia decisione in quanto sapevo di non voler continuare gli studi dopo il diploma e sentivo la necessità di vivere un’esperienza sul campo più che continuare a studiare. Ora qui sto molto bene e ho una vita piena, fatta di lavoro, amici e tantissime cose da fare. Mi mancano comunque la mia famiglia e i miei affetti, ma nonostante ciò non cambierei affatto la mia vita di oggi!

Qual’è la tua professione attuale e quanto tempo hai impiegato per trovare lavoro?

Ad oggi sono cameriera in un ristorante e il mio attuale lavoro l’ho trovato in poche settimane, mentre già lavoravo per un’altra compagnia qui a Londra.

Hai avuto difficoltà ad inserirti nella vita sociale londinese? go-to-london

No nessuna! Di certo la vita londinese è frenetica, a volte fredda e stressante, ma allo stesso tempo è anche molto divertente! Io mi sono inserita piano piano, conoscendo giorno dopo giorno persone nuove che poi sono diventate mie amiche. Bisogna avere il coraggio di buttarsi, soprattutto all’inizio. In questo modo la socializzazione diventa più semplice! Capita molto spesso poi che le persone a cui ti affezioni partano o si trasferiscano altrove, anche questo fa parte del gioco, ma si riesce comunque a mantenere contatti duraturi nel tempo.
Per quanto riguarda la mia vita personale, ho deciso di stringere i denti, affrontare i sacrifici necessari per vivere qui, perchè ne vale la poena sotto ogni punto di vista!

Qual è il tuo posto preferito a Londra?

Sicuramente Hyde Park, è l’ideale per una pausa dalla frenesia della vita londinese. Stare sulla riva del laghetto con i cigni, in una bella giornata di sole, è quello che preferisco.

Un consiglio che ti senti di dare agli Italiani che vogliono trasferirsi a Londra?

Il mio condiglio principale è soltanto uno: partite! Ci vuole un pizzico di coraggio e la volontà di lavorare sodo, ma ne vale la pena!

In 10 anni dove credi che sarai, ancora qui a Londra o…?

Non saprei dirlo, non ho idea di dove sarò tra dieci anni, ma l’idea di mettere su famiglia qui a Londra non mi dispiace affatto. Di certo vorrei essere più vicina alla mia famiglia, in particolare a mia madre, ma potrebbe essere comunque un buon posto in cui mettere radici.

Se dovessi tornare indietro, rifaresti questa scelta? Cosa cambieresti del tuo percorso?

Certo rifrei tutto quello che ho fatto, anzi, se tornassi indietro mi lascerei andare ancora di più, eliminando tante pure e insicurezze che poi si sono rivelate inutili. Insomma, sarei più ottimista e proverei a credere di più in me stessa e nelle mie qualità. Cambierei certo alcune piccole parentesi o “incidenti di percorso” se così li vogliamo chiamare, ma in fondo sono contenta così, come si suol dire “sbagliando si impara”!
Buona Fortuna!



I suoi racconti londinesi sono raccolti nel blog La Mia Londra, nel quale Elisa ci racconta tutte le sue esperienze, i suoi giorni off dal lavoro, le sue uscite serali…insomma, la sua vita londinese di tutti i giorni!

Vuoi raccontare la tua storia?
Visita la pagina Racconta la tua Esperienza a Londra

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione