Vivere a Londra / Cosa fare a Londra / Sport a londra / Il mitico Stamford Bridge a Londra

Il mitico Stamford Bridge a Londra

stamford bridge stadium londra
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Lo Stamford Bridge Stadium, ai confini di Chelsea e Fulham, è lo stadio del Chelsea Football Club. È soprannominato “the Bridge” dal club di supporto della squadra. La capacità è di 42.055, rendendola il più grande campo della Premier League.

La storia

La mappa del XVIII secolo mostra uno “Stanford Creek” lungo la strada sulla quale adesso c’è la ferrovia dietro East Stand, affluente del Tamigi. Il corso d’acqua ha due ponti: Stranford Bridge, sulla Fhullam Road e Stanbridge sulla King’s Road, ora nota come Stanley Road.

Non c’è dubbio sul fatto che Standford Creek, Stanford Bridge e Stanbridge fossero nominate Stamford Bridge, che fu suggerito dalla nota battaglia di Stamford Bridge nello Yorkshire, una famosa vittoria per il Re Harold Godwinson contro i Vichinghi nel 1066 che durò poco a causa della sconfitta subita contro i Normanni nella battaglia di Hastings. Stamford Bridge aprì nel 1877 come sede del London Athletics Club e fu usata quasi esclusivamente a questo scopo fino al 1904, quando l’affitto fu acquistato dai fratelli Guns e Joseph Mears, che voleva rappresentare su questo campo l’alto profilo della sua squadra.

Comunque, prima di ciò, nel 1898, Stamford Bridge giocò al campionato del Mondo di shinty tra Beaulty Shinty Club e London Camanachd. Stamford Bridge fu costruito vicino a Lillie Bridge, un campo più vecchio che ospitò, nel 1873, l’FA Cup Final il primo mai amato tra gli amanti del Box. Inizialmente offrì al Fulham Football Club, ma poi ripiegò. Considerarono di vendere il campo al Great Western Railways Company, ma in ultimo decisero di fondare un proprio club, Chelsea, per occupare il campo come un rivale del Fulham. Il noto architetto del campo, Archibald Leitch, che progettò anche Ibrox, Celtic Park, Craven Cottage e Hampden Park, fu assunto per costruire lo stadio.

Come l’originale costruzione, Stamford Bridge era una pista atletica e il campo inizialmente era localizzato nel suo interno. Questo significava che gli spettatori erano separati dal campo di gioco su tutti i lati dalla grandezza del campo. Sul lato est lo stadio ha 5000 posti a sedere. Gli altri lati erano aperti e migliaia di tonnellate di materiale scavato dalla costruzione della Piccadilly Line forniva alte gradinate per gli spettatori. Stamford Bridge ha una capacità che lo rende il secondo campo più largo in Inghilterra dopo il Crystal Palace. Stamford Bridge ospitò la finale per i primi tre anni dopo la prima Guerra Mondiale dal 1920 al 1922, poi fu rimpiazzato da Wembley.

Espansione

Nel 1930 fu costruita una nuova gradinata sul lato sud per poter ospitare più spettatori. Solo una parte venne coperta ed è conosciuta come “The Shed”. Questo diventò il miglior posto duro a morire fino a quando la gradinata venne demolita nel 1994. Le postazioni sostituite ora sono conosciute come Shed End.

Nel 1939, fu eretto North Stand. Originariamente era intenzionato a espandere l’intero termine nord, ma l’esplosione della II Guerra Mondiale e le sue conseguenze costrinsero il club a mantenere la gradinata di piccole dimensioni. Fu demolita e ricostruita aprendo gradinate per i supporter nel 1975. La gradinata nord fu chiusa nel 1993 e l’attuale North Stand di due file fu costruita alla fine.

Nel 1964, fu costruita una gradinata West End fu costruita per rimpiazzare quella sul lato ovest. La maggior parte del West Stand è composto dalla sollevazione di ranghi legnosi rovesciati su impalcature d’acciaio, ma le postazioni in concreto sono conosciute come “The Benches”. Il vecchio West Stand fu demolito nel 1998 e rimpiazzato dal West Stand. Un nuovo East Stand fu costruito nel 1973, originariamente programmato come l’inizio di una ristrutturazione dello stadio che fu abbandonato quando il football club era in difficoltà finanziarie.

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione