Shopping a Londra

Shopping a Londra
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Londra è la meta turistica per eccellenza, oltre che per i monumenti della città, anche per la sua importanza commerciale, essendo una delle capitali europee della moda e non solo. Gli amanti delle spese sfrenate sanno che qui troveranno tutto ciò che è impossibile da trovare altrove.

Per fare shopping a Londra esistono due principali possibilità: acquisti mirati all’interno delle maggiori arterie commerciali della città, in cui si affastellano uno sull’altro grandi edifici che ospitano le principali catene di negozi, o visita ai mercatini più alternativi e di tendenza, che offrono prodotti di nicchia e accessori di design.

La prima opzione ci conduce nel pieno centro della città, dove si trovano le streets dello shopping: Oxford Street, Regent Street, Carnaby Street, New Bond Street, Jermyn Street. Ogni strada ospita negozi per tutti i gusti e tutte le tasche, e attira migliaia e migliaia di visitatori ogni giorno.

E ciò che più compiace è la possibilità di scegliere il luogo adatto alle proprie tasche. Ad Oxford Street, per esempio, si può decidere di lasciare il portafoglio nelle mani dei commessi dello store Selfridges, uscendo con piccole buste contenenti pezzi di valore, o riempire un intero zaino di vestitini all’ultimo grido acquistati per pochissimi pounds a Primark.

Ci sono poi gli irrinunciabili dei magazzini Harrods, il tempio dello shopping a Londra, che si sviluppa su sette piani di accattivanti proposte commerciali. Chi ama la storia della musica degli anni sessanta e settanta, non deve perdere Carnaby Street, un tempo cuore della cultura hippie, in cui si potevano trovare abiti indossati dai membri di band famose come Rolling Stones e Beatles. La zona oggi è decisamente meno alternativa, ed è ricca di ristoranti e catene commerciali.

I segreti per fare shopping a Londra

Chi vuole semplicemente godersi la città, amalgamandosi alla gente e seguendo il flusso delle voci per la strada, alla ricerca del dettaglio perfetto per il proprio guardaroba, allora la seconda soluzione è la più giusta. I mercatini a Londra sono davvero tanti, e si possono scegliere a seconda dei giorni, di quello che si vuole trovare, della caratteristica del quartiere, della fama.

Per i tipi più alternativi c’è Brick Lane, con padiglioni interi dedicati all’abbigliamento usato, in cui il vintage paralizza gli occhi e accende la voglia dell’acquisto, o la zona con le bellissime biciclette colorate a pochissimo prezzo (chi non sa che sono rubate?).

C’è Camden Town con le case-negozio super eccentrche, le cui sculture bizzarre ne occupano le facciate principali, e i profumi dei cibi che vengono venduti insieme ai vestiti. A Covent Garden invece tra un acquisto e l’altro si coltiva l’amore per l’arte di strada, rimanendo a bocca aperta per le esibizioni pubbliche dei giocolieri e dei circensi, o adagiandosi su un tavolino a mangiare qualche prelibatezza mentre un chitarrista folk si destreggia tra la chitarra e l’armonica.

Per i più romantici invece c’è Portobello, a Notting Hill, con le casette colorate e i viali alberati, con le collezioni di antiquariato e i negozietti di macchine da cucire d’epoca.

Si respira la vita tra una bancarella e l’altra, pezzi di storia, sguardi vivaci di gente curiosa, voci di cantanti e musicisti che propongono la loro arte ai turisti… lo shopping a Londra non è solo acquisti, ma un’esperienza dalle mille sfaccettature!

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione