Vivere a Londra / Cosa fare a Londra / Cucinare a Londra / Gli strumenti indispensabili in cucina

Gli strumenti indispensabili in cucina

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Ciao a tutti,
Oggi ci occupiamo degli strumenti necessari alla cucina.

Spesso si crede, erroneamente, che per cucinare sia necessario avere tantissimo spazio e molti robot, padelle e utensili vari.

Nulla di più sbagliato. Pensate alle nostre nonne, preparavano pasti luculliani per decine di persone e di sicuro non avevano il Bimbi ne altre diavolerie.

cooking_tools

Certo gli strumenti aiutano un pò a velocizzare le cose però oltre ad essere costosi hanno la pecca di occupare molto spazio, il che se si hanno a disposizione solo cucine piccole o condivise non è molto comodo. Inoltre tutti questi aggeggi hanno il brutto vizio di richedere alla fine di essere lavati, in alcuni casi smontati, e asciugati  operazione che comunque richiede un pò di tempo ed è alquanto noisa.

Mi sembra quindi una buona cosa, prima di passare a suggerire delle vere e proprie ricette, fare il punto su quale attrezzatura proprio non può mancare nelle vostre cucine.  E’ possibile cucinare senza tutte le moderne diavolerie e attrezzature che riempiono le case dei nostri genitori. Con un po’ di impegno infatti ci si può arrangiare.
Non è invece possibile cucinare senza un minimo di attrezzatura veramente base.

Tranquilli si comincia con poche cose, poco costose e facilmente riponibili. Il super- indispensabile insomma!

Vi propongo quindi questa lista ragionata e strettamente  selettiva.
Tutto quello che si poteva sostituire con altro è stato sostituito. Il parmigiano si può “grattare” con il coltello invece che con la grattuggia tanto per capirci. Inoltre sono oggetti che possono avere più utilizzi, proprio per ottimizzare, e sono facilmente reperibili per pochi pound da Tesco o  in qualunque altro grande super-mercato.  Diciamo che a seconda della qualità che scegliete e del luogo in cui li comprerete potete ipotizzare una spesa intorno ai 60-100 pounds. Sono in ogni caso tutte cose che durano, quindi comprate una volta sarete a posto per un bel pò.

Vediamo passo dopo passo cosa ci serve davvero:

  • 1 padella anti-aderente grande. La userete per cuocere la carne, il pesce, tutti i tipi di verdura, fare la frittata, le uova al tegamino, il sugo in cui rosolare la pasta.

  • 1 pentolino piccolo. Questo vi servirà per scaldare il latte, scaldare l’acqua, il sugo pronto, fa bollire un uovo, sciogliere del burro.

  • 1 pentola più grande e alta. Ovviamente per cuocere la pasta, il riso, le zuppe, i vari cereali, ma anche per sbollentare le verdure quando è necessario.

  • 1 caraffa graduata. Sono grosse caraffe di plastica con la misrazione delle quantità in grammi e oz per i liquidi e i solidi. Le trovate per pochi pound in tutti i supermercati. La potrete utilizzare al posto della bilancia, (più costosa e ingombrante), per misurare le dosi che vi servono. Nello stesso tempo potrete usarla a tavola come caraffa dell’acqua o come recipiente per sbattere e mescolare altri alimenti, ad esempio se dovete fare la frittata, un dolce o anche un cocktail.

  • 1 set di coltelli affilati. Di solito sono set da 4-5 coltelli. Dal più piccolo al più grande, uno è dentellato gli altri lisci. I più piccoli vi saranno molto utili per tagliare il formaggio, le verdure e la frutta. Quello dentellato serve per il pane e le torte e permette di affettare facendo meno briciole. I coltelli grandi sono per la carne, per tagliare meloni angurie e altre cose di grosse dimensioni o consistenze.

  • 1 paio di forbici

  • 1 mezzaluna. Questa costa meno di un robottino per tritare e occupa meno spazio. Vi servirà per affettare sottilmente ingredienti salati o dolci es le verdure per il soffritto o per una frittata, noci o canditi per una torta. E okay adesso adesso voi starete li a fissare lo schermo e a pensare  “eddaie con sta torta, brava questa…io sto qui a 2000 km da casa, solo come un cane a farmi un mazzo tanto e questa mi parla di fare le torte…. “

torta-londra

Bene, forse avete anche un pò ragione ma provate a vederla da un altro punto di vista. Innanzitutto fare una torta è molto più veloce di quanto possiate immaginare, mette di buon umore e vi può aiutare a riempire qualche ora di noia specie quando piove tanto o non è agevole uscire.  In secondo luogo si può consumare a colazione e questo vi  darà modo di mangiare cose dolci più buone e più sane di quelle comprate, e di risparmiare dei soldi (i biscotti farciti di solito sono carissimi in confezioni da gnomo).

Da ultimo non sottovalutate  il “potere amicale” di una torta.
Se siete qui da soli e siete arrivati da poco avete bisogno di fare amicizia. Con un collega, i coinquilini o il vicino. Magari avete bisogno di chiedere scusa, un favore  o farvi accettare di più dal vostro capo che chissà per quale motivo vi sembra vi guardi sempre di storto. 


Niente di più facile che presentarsi con una torta o invitare qualcuno a mangiarne una fetta.
E’ una buona scusa anche per rimorchiare, ergo assolutamente da non sottovalutare. Se siete maschi l’effetto sorpresa è doppio ;).

  • 1 asse di legno o altro materiale sui cui affettare, tagliare e appoggiare i tegami caldi

  • 1 ciotola grande tipo insalatiera che vi servirà oltre che per servire l’insalata anche per mescolare bene gli ingredienti quando serve riducendo al minimo  il disordine e la sporcizia in cucina.

  • 1 piccolo set di almeno 3 contenitori di plastica ermetici, di misure differenti, per conservare e ritirare gli avanzi.

  • 1 scolapasta

  • 1 teglia da forno di quelle tonde da torta. Questa vi serve non solo per i dolci ( e ridaie 😉  ma anche per cucinare la carne e le verdure in forno, modalità molto comoda se non avete tempo di stare dietro ai cibi (infornate e intanto vi fare la doccia, la barba, i peli delle gambe , un esercizio yoga, insomma quello che vi pare) e se volete scaldare qualcosa al volo o cucinare senza grassi.

  • 4 canovacci da cucina. Li usate per asciugare, per coprire, per prendere le padelle calde o aprire il forno.

Come vedete non è molto e tenendo le cose una dentro l’altra lo spazio occupato è minimo.
Se non avete un armadietto o un cassettone tutto per voi in cucina o vi da fastidio l’idea di condividere le pentole o altri oggetti con coinquilini poco avezzi all’igiene, potete andare al più vicino supermercato e chiedere se hanno una scatola di cartone spesso da darvi.

Tranquilli di solito ce l’hanno.

Controllate prima di prenderla che sia pulita (no macchie di umido o unto, niente residui appiccicosi) e non sfondata o bucata di sotto, con gliangoli belli chiusi. Sbattetela bene , foderate il fondo con carta da cucina o un canovaccio pulito e usatela come contenitore.

Potete  mettere tutta la vostra attrezzatura da cucina li dentro e tenerla in camera vostra da qualche parte, oppure se i vostri mates sono rispettosi potete posizionarla sopra il frigo, comoda da prendere senza ingombrare nessuno.

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!
Dopo una Laurea, un Master in Marketing e Comunicazione e 12 anni di lavoro come Marketing Project. Manager in società di consulenza e grandi aziende in Italia e in Europa decide di dare un’accelerata alla sua carriera e di fare un grande salto di qualità . Ed è così che diventa Strategic Consultant dei Fornelli, Project Manager della Maionese fatta in casa e Key Consultant per i Lievitati. In due parole si dedica alla sua passione: la cucina. Fonda CiaoRecipes.com e CiaoRecipes .Ltd per vendere il cibo italiano all’estero ( o almeno ci prova), tiene corsi di cucina, corsi di alimentazione nelle scuole e scrive per testate online. Nel frattempo tra una frittata alle erbette e un paté di pollo mette al mondo tre pesti che ora sono le prime cavie dei suoi esperimenti.

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione