Vivere a Londra / Blog News / I vincitori dei biglietti per Caparezza a Londra
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Il 12 Ottobre 2014 il Koko ospiterà il concerto del mitico Caparezza, che calcherà un palco londinese per la prima volta nella sua carrierra. Si tratta di un evento davvero unico, una grande festa che sicuramente coinvolgerà centinaia di persone.

Sognando Londra in collaborazione TIJEvents ha messo in palio dei biglietti gratuiti per assistere all’evento. Abbiamo ricevuto circa 5.000 domande di partecipazione, un risultato che ci fa capire quanto il rapper molfettese sia amato dal pubblico anche al di fuori dei confini italiani.

Abbiamo compiuto la nostra estrazione IN MODO CASUALE, attraverso il nostro sistema informatico, e desideriamo segnalarvi i commenti vincenti.

Attenzione: Per chi non ha vinto è possibile ancora acquistare i biglietti a sole 20£+prevendita

CLICCA QUI per i biglietti
Gianluca – Dalla parte del toro
Come mai hai scelto questa canzone? Quasi tutte le canzoni di Capa sono le mie preferite perché mi piace che riesca ad unire dei testi profondi, complicati strutturalmente, originali con una musica (chiamarla beat mi sembra un insulto) altrettanto raffinata, attraverso i quali riesce a trasmettere la sua unicità e suoi valori! Tra tutte le sue canzoni ho scelto questa perché nel video è presente mio fratello e nonostante non ci sia più posso rivederlo in un video del mio artista preferito! Oltre al fatto che la canzone è una fantastica metafora!
Alessandra – Vengo dalla luna
Sono “venuta dalla Luna”, evitando tutta la “cacca nello spazio”… Se volete evitare “la fine di Gaia” non stuzzicate “la mia parte intollerante”. Vedere Caparezza a Londra è il mio “sogno eretico”, ma “non me lo posso permettere”…quindi per dire “goodbye malinconia” e per non “tornare in catalessi”, regalatemi i biglietti: io “chi se ne frega della musica” non lo dirò mai, perché la “museica” del mitico Capa mi tira “fuori dal tunnel”. Se non mi premiate siete dei pazzi (“mica Van Gogh”), oppure vuol dire che “jodellavitanonhocapitouncazzo”! “Comunque dada” vi ringrazio, ora vi saluto… “è tardi!”
Guido – La fitta sassaiola dell’ingiuria
Ho scelto questa canzone tra le tante eccelse che ha fatto Caparezza, perchè la strofa “Mi piace sapermi diverso piacere perverso che riverso in versi su fogli sparsi nei capoversi dei giorni persi nei miei rimorsi” rappresenta quello che ritengo essere Capa nella scena musicale italiana, ovvero qualcosa di completamente diverso dagli altri. È un artista poliedrico ma con i piedi per terra, racconta storie che altro non sono che un originale interpretazione di scorci anche molto vividi della realta, usando allitterazioni assonanze giochi di parole e rime incredibili!
Mino – La mia parte intollerante
E difficile scegliere una canzone tra tante, quasi a ridurre tutto il suo operato in pochi minuti. Scelgo “La mia parte intollerante” perchè è stata una canzone che mi ha accompagnato e ancora mi accompagna attraverso questo difficile periodo che è l’ adolescenza, durante il quale ho preferito essere il “Nessie” della situazione, l’eterno adolescente, il “Cyrano”, anziche un represso con grossi limiti ma imbottito di bicipiti.
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione