Vivere a Londra / Blog News / E’ normale vivere in condivisione a Londra?

E’ normale vivere in condivisione a Londra?

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

La media dei prezzi delle case a Londra è probabilmente una delle più alte al mondo: gli affitti sono davvero molto cari, pertanto la maggior parte dei giovani che vivono e lavorano o studiano a Londra, sceglie di affittare una camera o un posto letto in un appartamento in condivisione con altre persone.

Gli standard abitativi della capitale, inoltre, sono molto diversi rispetto a quelli a cui siamo abituati in Italia, pertanto sarà molto più probabile trovarsi davanti a case “datate”, spazi più piccoli, cucine provviste di tutto il necessario ma senza la cosiddetta “living room“, l’equivalente della nostra sala o salotto.

Secondo i nuovi dati dell’Ufficio di Statistica nazionale, nell’ultimo anno gli affitti sono aumentati di un ulteriore 20%, che si somma agli aumenti già folli registrati negli ultimi anni, col risultato che oggi affittare un appartamento costa più del doppio rispetto a pochi anni fa.

La folle situazione del mercato immobiliare londinese è stata determinata da una serie di fattori concomitanti che purtroppo continueranno a condizionare i prezzi anche nei prossimi anni. Contemporaneamente l’aumento della domanda per le stanze è notevolmente aumentata (il numero degli abitanti di Londra sta crescendo vertiginosamente negli ultimi tempi).

A causa di questa situazione, quasi la metà delle affittuari nel Regno Unito spende più di 40% del proprio reddito per pagare l’affitto, mentre solo uno su 20 proprietari di casa spendono più del 40% del loro reddito per rimborsare il mutuo.

Secondo gli ultimi dati statistici ricavati da uno studio condotto da Spareroom, uno dei più importanti siti web dedicati all’affitto di camere e appartamenti in UK, il 17% di tutti coloro che vivono in affitto a Londra divide la stessa stanza da letto con una o più persone, mentre 5% condivide lo stesso letto.

Perchè spesso nelle case di Londra non c’è la living room?

Per rendere il costo dell’affitto più abbordabile per gli inquilini, in molti casi si decide di convertire la sala o living room in un’altra camera da letto. Si tratta di una pratica molto diffusa e dettata semplicemente dalla necessità di non caricare gli affittuari di costi davvero troppo alti da sostenere, soprattutto se si vuole abitare in zone adiacenti al centro della City.

Anche le zone 2 e 3 sono investite da questo fenomeno, pertanto sarà molto più frequente trovare un appartamento senza living room piuttosto che un appartamento dotato di sala.

Gli spazi abitativi possono comunque essere resi confortevoli e accoglienti prendendosene cura e organizzandosi con i coinquilini per fare in modo che siano sempre puliti e ordinati.

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione