Vivere a Londra / Studiare a Londra / Corsi e Master a Londra / Univesità in Gran Bretagna Una guida dalla A alla Z

Univesità in Gran Bretagna Una guida dalla A alla Z

laurea londra
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Maturità, orientamento e futuro

L’ultimo anno della scuola media superiore è generalmente considerato l’anno più impegnativo dagli studenti dal momento che a giugno si troveranno ad affrontare l’esame di stato. Di fronte alla temibile minaccia rappresentata dagli scritti e dalla prova orale le reazioni suscitate all’interno del branco di studiosi sono molteplici: c’è chi si ammazza sui libri, e chi cerca di recuperare gli ultimi debiti, chi si dà per spacciato (sottovalutandosi) e chi crede di sapere già tutto, chi spera che non esca matematica e chi confida nell’aiuto di qualche compagno.

Tuttavia vi è un unico pensiero comune, un’unica grande guida spirituale, un unico grande desiderio che tutti, nessuno escluso, esprimono: finire il prima possibile, comunque vada!(e se si passa l’esame è anche meglio!) La cosa a cui quasi nessuno da abbastanza peso è quello che ci sarà dopo il diploma di maturità.

Infatti, la maggior parte degli studenti non ha le idee chiare riguardo al suo futuro, e tra quelli che hanno deciso di andare avanti con gli studi pochissimi hanno già deciso cosa fare. Ma il proprio futuro non è un qualcosa che può passare in secondo piano ed è perciò necessario avere la più completa informazione riguardo alle opportunità che possiamo avere e che magari non conosciamo neanche. Informazione che solitamente non è affatto completa. Infatti, i diversi programmi di orientamento che si svolgono durante il quinto anno di scuola non tengono praticamente conto della possibilità di andare a studiare all’estero, possibilità invece realmente esistente.

1001 motivi per scegliere Londra!

Tra tutte le università estere, scegliere uncollege inglese è sicuramente la scelta migliore. Le università britanniche, infatti, godono di un’ottima reputazione a livello internazionale oltre che di elevati standard di insegnamento; inoltre studiare in Gran Bretagna permette di imparare la lingua inglese (per chi non la conoscesse già) la quale è da considerarsi Il Passaporto per eccellenza: tre requisiti fondamentali per chi desidera conoscere nuove realtà e girare il mondo.

Indubbiamente non è un’impresa facile districarsi tra le varie università inglesi, ce ne sono ben 106!!(contro le 47 italiane), tuttavia chi sceglie di iscriversi a un istituto della Great London è sicuro che non se ne pentirà. Questo perché Londra è una città cosmopolita, multicolore e dove si trova di tutto e di più: è impossibile non adattarsi!

Inoltre chi studia a Londra è continuamente a contatto con un mondo vivo e in continua evoluzione dove ognuno può trovare il suo spazio e perché no anche un futuro posto di lavoro. Scegliere Londra significa scegliere il top per la propria educazione che è la base per il proprio futuro.

“If you don’t know where you are going, any road will take you there” (Lewis Carroll)

L’ucas e la scelta dei corsi

Il sistema inglese per l’iscrizione all’università è molto diverso dal nostro; infatti, non bisogna fare domanda di ammissione direttamente alle singole istituzioni, ma tutto è gestito da un unico ente, l’UCAS (Universities and Colleges Admissions Service). Questo ente si occupa della raccolta delle domande di iscrizione alle diverse università per poi inoltrarle ai different istituti. Sarà poi sempre compito dell’UCAS informare gli aspiranti fresher (studenti universitari del primo anno) riguardo all’esito delle loro domande. Inoltre, per chi dovesse vedere tutte le sue domande rifiutate si presentano altre opzioni, ma andiamo per ordine. Il primo passo da compiere è decidere i corsi per i quali si desidera fare domanda, tenendo conto del fatto che la scelta deve essere ristretta a soli cinque. Tuttavia vi sono ulteriori limitazioni:

  • si possono scegliere al più quattro corsi nell’ambito di medicina, odontoiatria o veterinaria (il quinto corso non deve rientrare nell’ambito precedente)
  • si possono scegliere al più tre corsi della categoria Route B art and design (maggiori informazioni alla pagina seguente) (le restanti scelte possono essere utilizzate per altri corsi differenti dai precedenti)
  • si può scegliere un solo corso all’interno delle prestigiose Università di Cambridge o Oxford.

La scelta non è affatto facile e deve perciò essere molto accurata e tenere conto di tutti i pro e i contro. Innanzitutto bisogna valutare la qualità del corso che si ha intenzione di seguire, verificare quali sono le nostre priorità e verificare i servizi che il determinato college e la determinata città dove risiede l’istituto ci offrono, senza dimenticare la disponibilità economica.

Per aiutare gli applicants nella loro scelta lo stesso UCAS nel suo sito online ( www.ucas.ac.uk ) offre una selezione di tutte le università presenti sul territorio britannico con i rispettivi corsi (identificati da una sequenza alfanumerica utile al momento della compilazione della domanda) permettendo al visitatore di operare delle ricerche secondo diversi criteri di ricerca (per regione geografica, per materia, tipo di corso..).

Inoltre navigando sul web si possono trovare numerosi altri siti e forum che parlano di questo argomento; in particolare uno a mio avviso dei più interessanti è la sezione education del Timesonline, nella quale si possono trovare non solo delle classifiche dei diversi istituti britannici, ma soprattutto i loro profili, contenenti le principali informazioni di interesse per coloro che si apprestano a fare domande, e le descrizioni di molte università stilate da chi l’università la vive: gli studenti.

Compilare l’application form

Dopo aver scelto per quali corsi fare domanda è necessario collegarsi online al sito dell’UCAS (www.ucas.ac.uk) e compilare la domanda presente sul sito web: infatti l’intero sistema di raccolta delle application forms è informatizzato, perciò questo è l’unico modo per iscriversi ad un’università inglese. Dopo essersi collegato alla pagina web bisogna andare nella sezione apply e registrarsi gratuitamente. Una volta fatto ciò è necessario compilare le diverse parti dell’application form, senza tralasciare alcun dettaglio, ma non è necessario compilare tutto il modulo in una volta sola, infatti è possibile salvare il nostro lavoro e riprendere in seguito la compilazione. L’application form si divide in differenti parti, oltre alla sezione relativa ai dati anagrafici sono presenti altre sezioni molto importanti tra cui:

  • EDUCATION SECTION:, in essa bisogna indicare i titoli conseguiti fino ad oggi. E’ importante sottolineare tutti i titoli in nostro possesso e quelli che ci apprestiamo ad ottenere (bisogna indicare una stima del voto che pensiamo di ottenere alla maturità, una stima veritiera e quindi fatta da un membro del consiglio di classe) poiché il sistema inglese è meritocratico e quindi premia chi possiede votazioni alte nelle materie per le quali intende frequentare un corso universitario

  • REFERENCE: in questa sezione bisogna inserire una lettera di presentazione rigorosamente scritta in inglese da parte del proprio professore di lingua per sottolineare il possesso delle capacità linguistiche necessarie per seguire un corso in inglese e poter sostenere le prove orali o scritte che si svolgeranno durante l’anno, inoltre la lettera dovrebbe essere scritta in collaborazione con l’insegnante della materia per la quale ci si appresta a seguire dei corsi in modo da evidenziare anche le abilità possedute nella determinata disciplina.

  • PERSONAL STATEMENT: è la lettera di presentazione che deve essere scritta in inglese personalmente dall’applicant (colui che fa domanda), essa deve essere concisa (pensate a quante lettere devono leggere i responsabili delle ammissioni) e sottolineare i propri punti forti e le motivazioni della scelta del corso (senza nominare le università verso le quali si è fatto domanda).

    In essa si possono indicare anche altre abilità che si pensa possano essere tenute in considerazione (titoli sportivi conseguiti a livello nazionale, brevetti sportivi come quello di assistente bagnanti) oltre che una presentazione generale di sé stessi (hobby, interessi) e gli obbiettivi che ci si pone per l’immediato presente, ma anche per il prossimo futuro: insomma bisogna indicare tutta una serie di buone ragioni per convincere l’università che non può fare a meno di noi nel suo corpo studenti. Questa è forse la parte più importante dell’application form e quindi deve necessariamente essere scritta in un inglese corretto e deve fornire un quadro generale dell’applicant: vale la pena spenderci un bel po’ di tempo per compilarla!


Inviare la domanda: costi e termini

Dopo aver compilato tutte le parti dell’application form si può proseguire con l’invio della domanda, che avviene online. E’ necessario disporre di una carta di credito o che una persona che la possegga la usi per noi, infatti, per completare l’invio della domanda è richiesto un pagamento online di una somma pari a £5 (6.54 euro) se si è espressa una sola preferenza (un solo corso) o £15 (19.62 euro) se si è espressa più di una preferenza. Nel caso non sia possibile effettuare questo pagamento online è possibile inviare comunque la domanda effettuando il pagamento in altre forme, tuttavia è necessario contattare il servizio clienti dell’UCAS.

E’ molto importante considerare anche entro quando inviare la domanda, infatti vi sono dei termini molto diversi rispetto alle università italiane. In particolare per chi volesse fare domanda per un corso all’Università di Cambridge o Oxford oppure in medicina, odontoiatria o veterinaria deve inviare le domande entro il 15 ottobre dell’anno precedente (ad esempio per chi volesse cominciare a frequentare i corsi nel Settembre 2009 deve inviare la domanda entro il 15 Ottobre 2008), mentre per gli altri il termine è il 15 gennaio dello stesso anno (ad esempio per chi volesse cominciare a frequentare i corsi nel Settembre 2009 deve inviare la domanda entro il 15 Gennaio 2009).

Fanno eccezione i corsi appartenenti all’area Route B art and design il cui limite è il 24 Marzo. Le domande inviate dopo queste date (ma comunque entro il 30 giugno o il 12 giugno per quelle del Route B) saranno considerate solamente se ci saranno ancora dei posti vacanti o comunque a discrezione delle università e non saranno trattate alla stessa stregua di quelle ricevute on time (tuttavia vale la pena inviare comunque la domanda anche se in ritardo!dei posti vacanti ci sono sempre!)

Cosa succede dopo

Dopo aver inviato la propria application form si riceverà a breve una lettera contenente un numero definito application number da inserire nella sezione track del sito web dell’UCAS per controllare lo stato della nostra application. In ogni caso riceveremo delle email o degli sms a seconda delle nostre scelte non appena una delle università per le quali si ha fatto domanda avrà operato una scelta riguardo alla nostra ammissione o meno. Il tutto viene ancora una volta gestito dal sito web dell’UCAS.

Le diverse università possono accettare la domanda, oppure rifiutarla, oppure proporre un’offerta alternativa o condizionata al raggiungimento di certi standard (ad esempio un determinato livello di conoscenza della lingua inglese o un determinato voto alla maturità). L’applicant è tenuto a rispondere attraverso UCAS solamente dopo che ha ottenuto risposta da tutte le università per le quali aveva fatto domanda e può eventualmente mettersi in contatto direttamente con il responsabile delle ammissioni delle università per chiarire alcuni dubbi o termini riguardo all’offerta proposta.

Nel caso in cui tutte le domande venissero rifiutate l’applicant entra automaticamente a far parte di altri programmi denominati clearing e extra, che possono aiutarlo a trovare comunque un posto in un’università (per approfondire clicca qui).Una volta che si viene accettati da un’Università e si risponde affermativamente alla sua offerta il più è fatto. Ma ci sono molte altre questioni di cui tenere conto.

Accomodation

Per quanto riguarda l’alloggio non bisogna preoccuparsi. Per gli studenti che si iscrivono in tempo al primo anno è garantito un posto in uno dei college delluniversità. Le sistemazioni sono delle più svariate (camere singole con servizi in comune, camere doppie, mini-appartamenti, ecc..) e a seconda dei college saranno garantiti o meno altri servizi quali la mensa o la lavanderia.
Tuttavia bisogna fare comunque domanda per ottenere un posto nel college. La domanda solitamente è scaricabile dal sito dell’università, ma per maggiori informazioni sarebbe utile contattare direttamente l’università stessa. Per chi invece non volesse alloggiare in un college ci sono numerose altre possibilità come la sistemazione in famiglia o affittare una camera o un appartamento. Solitamente ci sono dei servizi interni alle università che possono aiutare nella ricerca di una sistemazione.

Tuition Fees

Per quanto riguarda la retta universitaria, in Inghilterra le tasse si aggirano intorno ai £3000 annuali per tutte le istituzioni, ma vi possono essere delle variazioni a seconda dei corsi frequentati. In ogni caso sia nella sezione Course Search del sito UCAS sia nelle pagine web delle università sono presenti tutte le informazioni necessarie.

English language profieciency

Per quanto riguarda le conoscenze linguistiche richieste dalle università, solitamente viene richiesto di possedere un livello pari o superiore al B2, livello testimoniato dal raggiungimento di una certa valutazione in un esame riconosciuto dall’università (ad esempio il livello 6.5 dell’esame IELTS). Se non si è già in possesso di questo livello di conoscenza della lingua probabilmente in caso di accettazione della vostra domanda vi verrà fatta un’offerta condizionata al superamento di un esame di inglese.

Il conseguimento del titolo dovrebbe a rigore essere raggiunto prima dell’inizio delle lezioni, tuttavia la decisione è a discrezione dell’università e quindi è buona norma contattare il responsabile delle ammissioni e chiedere maggiori informazioni. Spero di aver chiarito le idee a coloro che hanno intenzione di frequentare un’università inglese e magari di aver convinto qualche maturando indeciso sul suo futuro a intraprendere questa strada, sicuramente realizzabile e indubbiamente redditizia! Break a leg!

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione