Vivere a Londra / Lavorare a Londra / Guida sul lavoro a Londra / Lavorare come bartender a Londra

Lavorare come bartender a Londra

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Una delle professioni più richieste nella capitale inglese è quella del bartender, denominata in lingua inglese bar person, oppure barman al maschile e barmaid o barlady al femminile.
Lo staff di un bar si occupa di servire bevande analcoliche e alcoliche in luoghi come pub, club, wine bar, hotel e grandi ristoranti. Chi svolge questo lavoro ha un forte contatto con il pubblico e si trova ad avere a che fare ogni giorno con le persone più disparate.

Per lavorare in un bar è necessario avere buone capacità di comunicazione e una buona memoria, necessaria per gestire numerosi ordini contemporaneamente. Inoltre, è richiesto un carattere paziente e accomodande, per trattare al meglio anche con i clienti più esigenti.

Il lavoro di bartender

Le mansioni principali che un bartender svolge durante il servizio sono:

  • servire bevande ai clienti;
  • ricevere i pagamenti e gestire la cassa;
  • servire snack, patatine e frutta secca in accompagnamento alle bevande;
  • Quando il bar è particolarmente pieno, il barman può contribuire sia a preparare i cocktail che a servire pietanze calde e fredde ai clienti;
Una parte non trascurabile del lavoro consiste, inoltre, nel mantenere la zona bar pulita, ordinata e fornita di tutto il necessario. Ciò comporta lo svolgimento delle seguenti mansioni:

  • lavare i bicchieri;
  • raccogliere le bottiglie vuote;
  • assicurarsi che non manchino bottiglie, ingredienti e snack dietro il bancone;
  • occuparsi della pulizia dei tavoli e del bancone stesso.

Orari di lavoro

Il lavoro di un bartender si svolge sostanzialmente su turni, che in buona parte dei casi coprono i sette giorni della settimana. Non è raro, dunque, dover lavorare anche durante il weekend.
Gli orari d’apertura sono molto flessibili e possono arrivare a coinvolgere le 24 ore di una giornata (a seconda del tipo di licenza posseduto dal bar), pertanto non esiste una fascia oraria media per questo lavoro.

Il reddito medio di un bartender

Un bartender che lavora a tempo pieno può guadagnare, al suo primo impiego, tra le 11,000 e le 17,000 sterline annuali. Questa fascia di reddito è puramente indicativa e potrebbero esserci rilevanti differenze tra un esercizio commerciale e l’altro. Con l’esperienza e acquisendo maggiori responsabilità sul lavoro, lo stipendio di un bartender può tranquillamente arrivare alle £ 20.000 l’anno.
I guadagni di un barista possono essere incrementati dalle mance e dai “service charge” laddove previsti.

Requisiti per l’ammissione

Esistono numerosi corsi professionali per ottenere la qualifica professionale di bartender, ma è possibile iniziare questo lavoro anche senza alcun titolo specifico, acquisendo le competenze necessarie direttamente sul campo.
Numerosi college inglesi propongono corsi specifici per lavorare in questo settore, come ad esempio:

  • introduzione all’occupazione nel settore alberghiero;
  • servizi di Food and Beverage livello 1;
  • certificato in General Food and Beverage Service di livello 2 .

Ai fini dello svolgimento del mestiere di bartender, può essere molto utile avere esperienze o nozioni di costumer service (servizio clienti).

Di solito è necessario avere almeno 18 per lavorare in un bar. Tuttavia, si potrebbe iniziare una rilevante esperienza di apprendistato sin dai 16 anni. Sul portale Apprentice Ships è possibile visualizzare tutte le offerte di apprendistato e stage disponibili in questo momento a Londra e in UK.
Un buon modo per fare carriera è affiancare all’esperienza lavorativa lo studio di materie specifiche legate alla professione. Il conseguimento di certificati e attestati di qualifica come ad esempio:

  • Professional Bartending (Cocktails) or (Cocktails with free pouring);
  • diploma in Food and Beverage Service di livello 2;
  • diploma Avanzato in Food and Beverage Service di livello 3;
  • diploma in Food and Beverage Service Supervision di livello 4.

Se si è particolarmente appassionati di enologia, si consiglia di frequentare un corso presso il Wine and Spirit Educational Trust (WSET).

Competenze , interessi e qualità

Le competenze richieste per essere un buon bartender e aspirare a una carriera di successo in questo settore sono:

  • buone capacità di comunicazione;
  • la capacità di preparare e servire una vasta gamma di bevande alcoliche e non alcoliche;
  • una personalità socievole e modi educati;
  • un aspetto elegante e ordinato;
  • tatto e diplomazia per affrontare i clienti esigenti;
  • la capacità di trasportare pesanti casse, barili e confezioni di birra;
  • la capacità di ricordare e prendere gli ordini;
  • competenze matematiche per affrontare i pagamenti;
  • La capacità di lavorare bene in team;
  • approccio flessibile al lavoro.

Opportunità professionali

In qualità di bartender sarà possibile trovare un posto di lavoro in pub, club, ristoranti, alberghi e altre strutture per il tempo libero. Inoltre, sarà possibile lavorare nei bar di teatri, centri di vacanza, club sportivi, terminal aeroportuali e sulle navi da crociera.

Con l’esperienza, il duro lavoro e la determinazione si potrebbe acquisire il ruolo di supervisore, bar manager e vice direttore. Inoltre, con il tempo ci si potrebbe dedicare a carriere correlate, divenendo imprenditori del settore o ricoprendo posizioni manageriali nei bar delle grandi catene di hotel.
Le vacancies per lavorare come bartender possono essere visualizzate sulla stampa locale e nazionale, nei vari Jobcentre Plus di Londra e sui numerosi sitri dedicati al lavoro.

Per chi vuole consigliamo di seguire il CORSO PER BARTENDER.
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione