Vivere a Londra / Studiare a Londra / Corsi Professionali a Londra / Come fare l’avvocato a Londra

Come fare l’avvocato a Londra

avvocati a londra
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

E dopo la laurea in legge che faccio? Oramai è di consueto trovare su tutto il web, nei vari forum, siti informativi, blog ecc, domande su cosa gli esperti consigliano di fare dopo aver conseguito questo titolo di studio. La maggior parte dei neolaureati si riuniscono in conversazioni informatiche per capire quale sarà il loro percorso futuro, se andare direttamente in cerca di lavoro o se continuare gli studi, cercando un il master piu` adatto per il proprio profilo.

Sappiamo bene che ci sono differenze dal punto di vista legislativo ed organizzativo tra l’Italia e il Regno Unito, motivo per cui la domanda più frequente on line è “è la mia laurea è valida all’estero? o devo sostenere esami integrativi?” La risposta più semplice è che, per diventare avvocati a Londra, dovete partire dal concetto di studiare la lingua, poichè data la qualifica che avrete sarà bene conseguire la giusta padronanza di linguaggio nel vostro campo lavorativo.

Molti scelgono di fare la specialistica a Londra, ma di sostenere l’esame abilitativo e la pratica direttamente in Italia. Ottenendo però la qualifica di Lower a Londra, conviene sostenere direttamente l’esame senza tornare in Italia, poichè è in automatico l’acquisto, l’ottenimento del titolo di Sollecitor. Dopo tre anni di pratica a Londra, è poi possibile convertire il tutto per il sistema legislativo italiano, cosi da poter esercitare il in emtrambi gli stati. Partiamo dal concetto che in UK esistono tre sistemi legali differenti: Inghilterra e Galles, Scozia e Irlanda del Nord. Quello scozzese è quello che si differenzia maggiormente, in campo di diritto privato e penale.

Le lauree in campo legale hanno una ben precisa distinzione in campo pratico di solicitors, i quali si occupano delle transazioni tipo vendita di case e i barrister, i quali hanno competenza in casi da tribunale e consulenza. Se si desidera frequentare l’università inglese per l’intero corso di laurea, è necessario presentare domanda presso l’università prescelta: tale domanda andrà accompagnata da un ottimo curriculum di studi, quali votazione dell’esame di stato in Italia e certificato di un’ottima conoscenza della lingua inglese, consigliato lo IELTS. La durata del corso di studi dipenderà quindi dall’università scelta, ad esempio in quelle scozzesi si consegue la laurea in giurisprudenza in 4 anni.

Terminato il corso di studi è il momento di scegliere quale carriera si desidera seguire: le due precedentemente nominate, quali solicitors o barrister. Per quella di solicitor, a seconda della parte degli UK in cui si è, ci sono due diversi passi da effettuare: in Inghilterra ed in Galles esiste il legal practice course, la cui durata è di un anno e per accedervi si deve effettuare l’iscrizione come studente all’albo della law society. In Scozia si deve conseguire il diploma in legal practice, mentre in Irlanda del Nord è il certificate in professional legal studies. Come in tutti gli stati si deve poi effettuare il tirocinio, e negli UK tale periodo dura 2 anni.

Le uniche differenze sono che nell’Irlanda del Nord a seguito del tirocinio si ottiene un restricted practice certificate e per poter poi aprire un proprio studio legale si devono attendere altri tre anni. Per ciò che invece riguarda coloro che desiderano seguire il corso di studi per barrister in Inghilterra e Galles, è necessario presentare domanda tramite il CACH (centralised applications and clearing), per poter poi completare il bar vocational course, della durata di un anno. Dopo il termine del corso è necessario effettuare 12 mesi di praticantato presso un barrister gia` iscritto all`albo.

In Irlanda del Nord e` invece necessario conseguire il certificate in professional legal studies, poi un breve tirocinio presso un barrister ed infine un anno di studio alla law school queens university. In Scozia, la figura del barrister è denominata advocate, il procedimento per qualificarsi richiede l’immatricolazione presso la facoltà degli avvocati, cosi da poter diventare intrant. Referenze e domanda al tribunale andranno ovviamente presentate una volta sostenuti gli esami. Sarà necessario effettuare un periodo di tirocinio presso uno studio legale per 21 mesi per poi ricoprire la figura di pupil di un mebro del “Bar” per nove mesi e mezzo. Si raggiunge la figura di avvocato dopo il superamente dell’esame della faculty of advocates of evidence, practice and procedure.

Qualifiche post laurea Vari e numerosi sono i master da poter fare dopo la laurea, ad esempio uno in legge, per potersi specializzare in un preciso campo del diritto inglese. Sono presenti anche dei corsi brevi, in genere di aggiornamento per i vari tipi di specializzazione.

Procedura abilitazione per il Regno Unito

1Richiedere lo specifico modulo per la registrazione come legale europeo

2Fornire la documentazione rilasciata dall’ordine degli avvocati: nome della persona, data di iscrizione all’albo e data di ottenimento della qualifica di avvocato nel paese d’origine

3Conferma dell’abilitazione a praticare la figura di avvocato nel proprio paese di origine

4Traduzione della documentazione in inglese e autenticazione, presso i tribunali civili italiani e spedizione entro tre mesi dal rilascio

5Pagamento della retta annuale per l’iscrizione alla law society o al general coucil of bar

6Inviare i documenti alla law society o al bar council

Gli indirizzi per inviare la documentazione sono i seguenti


The Law Society

Ipsley Court, Berrington Close Redditch, Worcestershire B98 0TD

Joint Regulations Committe e General Council of the Bar

2/3 Cursitor Street London EC4A INE

A seguito dell’iscrizione, si è abilitati ad esercitare nel regno unito, sia ciò che riguarda il diritto britannico che quello del paese di origine.
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione