Oxford Circus e Bond Street

oxford circus
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

La zona dei ristoranti esclusivi, dei negozi di gioielli, dei club da vip. Mayfair è l’area piu’ ricca ed elegante di Londra, ma come sempre in questa città di contrasti, ha aspetti misti e puo’ essere accessibile per tutti. Il nome deriva da May Fair, fiera di maggio, il mercato che si teneva qui annualmente dal 1686 al 1764. Tra il diciasettesimo e il diciottesimo secolo la zona è stata sviluppata con le sue tipiche case bianche a schiera, dal gusto tradizionalmente londinese, dalla famiglia Grosvenor, cui è dedicata la Grosvenor Square, dove ha oggi sede l’ambiasciata statunitense. Per gli amanti dell’arte è irrinunciabile una visita da Sotheby’s (al 34 di New Bond Street) non solo per lo spettacolo delle aste, ma anche per visitare esposizioni prima della vendita, che formano mostre meravigliose in cui ci si puo’ anche stupire scoprendo i prezzi dei quadri degli artisti piu’ famosi.

Le strade degli acquisti

Se chiedete dove far shopping a Mayfair la risposta è una sola: quanto potete spendere? Il triangolo formato da Oxford e Bond Street (unione quest’ultima di Old e New Bond Street) è uno di quelli piu’ affollati dai patiti dello shopping, ma il tipo di clientela non potrebbe essere piu’ diverso. Oxford è la zona dei grandi magazzini per tutte le tasche. E pure se non potete permettervi i prezzi delle boutique di lusso un giro per Bond Street merita sempre: a volte i saldi danno una mano e comunque sognare davanti alle gioiellerie è sempre un bel passatempo.

Oxford Street

In Oxford Street troverete tutto quello di cui avete bisogno e pure moltissimo di superfluo. Tra le marche di vestiti a ottimi prezzi ci sono tutti i nomi piu’ famosi New Look (al numero 500),French Connection (396) , Gap (376-384) , H&M (360) Next (323-329) , Zara (che si trova sia al 333 che al 242-248), Uniqlo (311). Arrivati a Oxford Circus c’è Top Shop, nelle varianti per lei e per lui, un negozio di culto tra le ragazzine, diventato ancora piu’ popolare da quando una collezione è stata firmata dalla modella londinese per eccellenza, Kate Moss.

Lungo Oxford Street ci sono anche due negozi (al 476 e al 260) delle classicissime scarpe inglesi Clarks, dove si trovano spesso saldi vantaggiosi. Per i piu’ sportivi gli indirizzi da segnarsi sono Foot Locker al 363-367, il super store della Adidas al 415-419 e quello della Nike al 236. Per bambini e adulti un posto da sogno rimane il Disney Store al numero 362. Ma in Oxford Street si trova davvero di tutto, sono numerosissimi i negozi di telefonia dove si puo’ ottenere un numero inglese a poche sterline.

E si trovano qui anche alcuni tra i grandi magazzini migliori di Londra. Vicino alla fermata di Marble Arche è inevitabile l’esplorazione di Primark (499-517), il super emporio dai prezzi migliori della città, dove si trova abbigliamento trendy per giovanissimi, ma non solo, a prezzi stracciati. Al numero 400 c’è Selfridges, tra i maggiori rivali di Harrods per stile e dimensione. Al 278-306 c’è John Lewis tra gli indirizzi irrinunciabili per arredamento e tutti gli accessori possibili per la casa.

Bond Street

Lo shopping d’alta classe ha solo un nome: Bond Street. Il posto ideale dove perdersi tra le vetrine o dove dilapidare un patrimonio. Scendendo da Oxford Street verso Piccadilly Street troverete tutti i nomi maggiori della moda internazionale: Armani, Louis Vuitton, Hermes, le calzature da sogno di Jimmy Choo, DKNY, Chanel, Polo Ralph Lauren, Burberry (al numero 21-23). Di ottima qualità e piu’ accessibili, specie nei periodi di saldo sono i maglioni di Pringle of Scotland (111-112). Una pausa è d’obbligo a Smythson (numero 40), la cartoleria con marchio regale, dove biglietti da visita e agende diventano opere d’arte.

Per perdere davvero la testa e rifarsi gli occhi, qui ci sono alcune delle gioiellerie piu’ spettacolari, una vicino all’altra tra i numeri 175 e 163 ci sono Cartier, Bulgari, Boucheron. Forse la piu’ bella è Asprey che merita un giro anche solo per ammirare il negozio realizzato in un palazzo vittoriano. Poco piu’ giu’ nella parte di Old Bond Street si trovano De Beers e Tiffany.

A pochi passi Abercrombie&Fitch in Savile Row è uno dei negozi ormai di culto. I ragazzi fanno la fila per accapararsi magliette e jeans dallo stile casual. Le ragazzine lo affollanto anche e per farsi una foto con i modelli, in genere a torso nudo, che accolgono le clienti all’entrata.

Dove mangiare

A Mayfair si trovano alcuni dei ristoranti piu’ esclusivi di Londra, soprattuttono nelle strade laterali di Bond Street. Per una cena indiana di alta classe Benares, al 12 di Berkeley Square House, vanta uno tra gli chef migliori di Londra, Atul Kochhar.

Un grande classico della cucina francese è Hibiscus, al 29 di Maddox Street, per un’esperienza gastronomica indimenticabile. Un bastione della cucina italiana è Cecconi al 5a di Burlington Gardens, ristorante di alta classe e dalla leggendaria cucina.

Sketch, al numero 9 di Conduit Street è piu’ di un ristorante, è anche un club in un ambiente unico, particolarissimo al limite del kitch e frequentatissimo dai vip.

Proprio in mezzo al triangolo tra Oxforde e Bond Street, al numero 13-15 di Grosvenor Square, imperdibile per i cultori della buona cucina, Maze è uno tra i migliori ristoranti del gruppo del super chef Gordon Ramsey.

Per trovare invece un angolo piu’ rilassato di fronte alla fermata di Bond Street, passando di fianco a Selfridges si arriva nella deliziosa St Cristopher’s Place, dove è possibile mangiare bene senza spendere eccessivamente. Si puo’ scegliere uno spuntino gustoso da Apostrophe o Carluccio, o una cena in uno dei locali delle belle catene La Tasca, spagnola, o Cafè Rouge, francese. Tutto nello spazio di pochi metri.

Locali

La notte di Mayfair è il regno dei vip, infatti è qui che fanno festa anche i principi William e Henry. Dipende sempre dalle serate, ma in genere l’ingresso ai club è a pagamento e spesso c’è la possibilità di fare code. Sempre meglio dunque arrivare presto.

Nella zona vicino a Bond Street uno dei nomi piu’ famosi è Mahiki, al numero 1 di Dover Street, locale in un stile hawaiano, dalla musica chill out e commerciale, aperto tutti i giorni fino alle 3.30.

Tra i migliori club di Londra al 15 di Berkeley Street c’è Funkybuddha. Qui l’abbigliamento è necessariamente smart casual, tradotto, sono vietati jeans e scarpe da ginnastica. Un altro lussuoso locale, riservato ai soci del club, è Molton House, al 43 di South Molton Street, dagli interni di grande stile.

Tra i post ideali per un drink a Mayfair c’è Salt Whisky Bar, all’82 di Seymour Street. è aperto fino all’1 dal lunedi’ al sabato e offre una scleta tra 200 whisky e bourbon oltre che un ambiente elegante e confortevole.

Guinea, all’80 di Bruton Place, è un tranquillo pub, ma allo stesso tempo uno dei locali piu’ esclusivi di Londra, caratterizzato da ottime birre, autografi di celebrità varie sui muri e pochissimi posti a sedere.

Come arrivare

Marble Arch, Bond Street e Oxfod Circus sono tre fermate della comoda linea Central della metropolitana. Bond Street è collegata anche con la Jubilee Line, eccellente durante la settimana, ma spesso in parte chiusa per lavori durante il week end. Mentre Oxford Circus si collega con nord e sud di Londra attraverso la Bakerloo Line e la Victoria Line. Lungo tutta Oxford Street e da Oxford Circus partono autobus per tutte le zone di Londra. Quelli segnati 24 ore o con la N corrono anche durante tutta la notte.

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione