Vivere a Londra / Informazioni su Londra / Mappe e Guide / Un week end low cost a Londra

Un week end low cost a Londra

weekend a Londra
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Se ai nostri antenati per raggiungere Londra erano necessari mesi di viaggio in mezzo al mare, oggi visitare la capitale inglese è semplice e alla portata di tutti, e tanti sono i viaggiatori che scelgono questa meta per passare un week end diverso dal solito, un po’ come le gite in campagna della domenica…solo un po’ più movimentate!

Anche con un budget limitato infatti, si può organizzare una bella vacanza a Londra di due-tre giorni, evitando di far piangere il portafogli ma godendosi comunque al massimo questa fantastica metropoli. Londra è una delle capitali europee più care, ma è anche vero che offre così tante possibilità che, con qualche accorgimento, è possibile fare una bella vacanza low cost.

Partiamo dal viaggio: Londra possiede ben quattro aeroporti, tutti incessantemente in movimento, riuscire a trovare un volo low cost con una delle tante compagnie che collegano il nostro Paese al Regno Unito, è impresa più che fattibile e le offerte per i week end sono sempre numerose. Secondo passo sarà prenotare un posto dove dormire: altra impresa facilmente risolvibile, trovare una soluzione abitativa economica a Londra è semplice grazie ai tanti ostelli low cost, hotel economici e b&b che la città offre.

Il più è risolto, ora resta il problema di come riuscire a visitare la città senza spendere troppo. Un’ottima soluzione per chi ancora non conosce bene Londra e vorrebbe visitarla con l’aiuto di una guida senza però farsi spennare è un giro turistico alternativo: il Free Tour, una visita guidata della città a piedi, tutto rigorosamente gratis. Niente autobus turistici, niente metro, alle 11 in punto di ogni mattina i turisti si incontrano davanti a “The Monument” dove una guida gli aspetta per accompagnarli in un tour di circa tre ore che percorre le più importanti attrazioni londinesi: il Big Ben, Westminster, London Bridge, Tower Bridge, The Globe Theatre,Covent Garden, ecc.

Dopo un giretto della città cosa c’è di meglio se non una bella visita ad un museo? Anche qui c’è solo l’imbarazzo della scelta… ma come fare a risparmiare? Innanzitutto, per i musei più cari come ad esempio il celebre Madame Tussauds, ci sono tutta una serie di agevolazioni per chi viaggia in gruppo, per gli studenti, per gli anziani, per i bambini, ecc.

Detto ciò, può sembrare incredibile ma tutti i maggiori musei di Londra sono gratuiti: a cominciare dalla bellissima National Gallery, una delle più complete gallerie d’arte del mondo con opere di estremo valore quali i Girasoli di Van Gogh, continuando con lo storico Britsh Museum e le sue mummie, il Museo di storia e scienze naturali, il London Museum nella zona della City, e infine l’interessantissima galleria d’arte contemporanea: la Tate Modern Gallery a Bankside.

Se dopo il tour della città e dopo gli innumerevoli musei, il vostro week end economico a Londra vi concede ancora un po’ di tempo, consigliatissimo un giro nei mercatini londinesi. Il più famoso di tutti è Camden Market, nella zona del Regent’s Canal chiamata Camden Town. Tutti i giorni – ma in particolare il sabato – la zona che va dalla stazione metropolitana di Camden Town fino a quella di Chalk Farm si trasforma in un enorme mercato a cielo aperto, un fantastico incontro di colori, profumi e suoni che sembra quasi costituire un mondo a parte ai confini della città.

A Camden si può trovare davvero di tutto: dai francobolli e le cartoline da collezione ai quadri, ai vestiti, agli accessori di tutti i generi. Una parte del mercato è dedicata esclusivamente al cibo, a poco prezzo si possono gustare pietanze provenienti da tutto il mondo. Altri mercatini sono quelli di Portobello, aperto il sabato e adatto soprattutto agli appassionati di antiquariato, e Covent Garden, nota per i suoi artisti di strada e le sue bancarelle.

Resta il problema dei souvenirs: “Vai a Londra e non mi porti neanche un regalo??” vi sentirete dire da amici e parenti ignari dei vostri sforzi per risparmiare. Cercate di evitare i portachiavi big ben e i piattini con la faccia dei principini e puntate invece verso qualcosa di più originale e meno caro, scoprendo per esempio uno dei moltissimi charity shops inglesi. Nati durante la seconda guerra mondiale per iniziativa della Croce Rossa, questi negozietti sono ormai un’istituzione in tutto il Regno Unito e mettono in vendita a basso prezzo un po’ di tutto (libri, cd, vestiti, oggetti vari…) donando poi il ricavato in beneficenza.

Pensavate che un weekend economico a Londra fosse impossibile? Vi ricrederete senza dubbio!

Prenota subito il tuo ostello a Londra!
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione