Vivere a Londra / Blog News / Il Budget 2014 del governo inglese per rafforzare l’economia

Il Budget 2014 del governo inglese per rafforzare l’economia

budget 2014 uk
Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Il governo inglese è attualmente impegnato nell’elaborazione di un piano decisionale finalizzato a sostenere le imprese, favorire nuovi investimenti, incrementare le esportazioni e creare nuovi posti di lavoro, con l’obiettivo ultimo di creare solide basi per una crescita economica sostenibile.
Il cosiddetto “Budget”, che viene rinnovato di anno in anno, definisce le riforme più radicali da attuare per garantire la sicurezza economica delle famiglie inglesi, dando loro la possibilità di pianificare il proprio futuro, riducendo le tasse per i lavoratori e infine adottando le misure necessarie per contrastare l’evasione fiscale.
Questo sistema pubblico è risultato molto efficace nel proteggere l’economia nazionale dalla crisi economica, limitandone al minimo gli effetti sulle imprese e sulla popolazione.
Attualmente l’economia britannica sta crescendo più rapidamente del previsto e il livello delle aspettative di sviluppo, sia per quest’anno che per il 2015, è stato ulteriormente rialzato dall’ Office for Budget Responsibilty (OBR), che ha fissato il tasso di crescita al 2,7 % nel 2014 e al 2,3 % nel 2015.

Gli obiettivi del Budget 2014 e le misure adottate

Attualmente il numero di inglesi impiegati nel mondo del lavoro è tra i più alti di sempre, e la OBR si aspetta ora di raggiungere la cifra record di 31,4 milioni entro il 2018. Il deficit che,nell’anno fiscale 2009/2010 aveva raggiunto l’11% del PIL, attualmemnte risulta dimezzato e nel 2014 toccherà la percentuale del 5,5 %, per essere completamente annullato entro l’anno 2018-19. Nonostante le prospettive siano incoraggianti, però, il Cancelliere Osborne ricorda che il lavoro da svolgere non è ancora finito e sarà necessario prendere ulteriori decisioni importanti e difficili, per continuare a ridurre il disavanzo e contrastare il debito. Il Budget 2014 definisce ulteriori dettagli su come il governo intende:

  • garantire la stabilità economica
  • stimolare la crescita delle imprese
  • sostenere i risparmiatori in ogni fase della loro vita
  • supportare le famiglie e le comunità sociali
  • Mantenere la stabilità economica e delle finanze pubbliche

Garantire la stabilità economica e la diminuzione del debito

L’obiettivo principale del Budget 2014 è senza dubbio quello di proseguire nel percorso avviato negli anni precedenti, continuando dunque a ridurre il deficit statale e il debito pubblico, assicurando di conseguenza un certo livello di ripresa. Il piano d’azione pubblico ha, sulla carta, svariati punti in comune con gli obiettivi ideali dichiarati in altri sistemi statali, come ad esempio l’Italia, ma nella pratica questi trovano un riscontro reale e nettamente più efficace, che sta producendo importanti risultati per l’economia inglese. Il governo britannico applicherà, anche quest’anno, un sistema di spending review volto a tenere sotto controllo le spese statali, assicurare che i datori di lavoro rispettino i regimi pensionistici previsti per i lavoratori, e infine che vengano tenuti sotto controllo gli aumenti degli stipendi dei dipendenti pubblici.

Diminuire le tasse sulle pensioni

I pensionati inglesi godranno di un regime fiscale più favorevole, grazie all’innalzamento della percentuale di contributi non tassabili e alla rimozione di gran parte delle restrizioni applicate in precedenza. Il tasso d’interesse sulle obbligazioni possedute dagli over 65, inoltre, saranno gradualmente aumentati nell’arco dei prossimi due anni, arrivando fino al 4% per le obbligazioni vincolate per almeno 3 anni.

Incentivi per le famiglie con figli

Un punto molto importante del nuovo Budget riguarda i lavoratori con figli a carico, che hanno un reddito inferiore alle 150.000 sterline l’anno: per ogni minore al di sotto dei 12 anni, di cui si ha la custodia, il genitore riceverà un bonus di 2.000 £, da utilizzare per la cura e la gestione del bambino. Questo provvedimento sarà applicato già dall’autunno del 2015. Le differenze con le misure adottate dal governo italiano in questo senso sono notevoli: il Bel Paese sta sperimentando da qualche anno il sistema della “Social Card”, una sorta di tessera che viene ricaricata dallo stato ogni due mesi ed è riservata ai genitori in difficoltà, che ricevono un aiuto per affrontare le spese di gestione dei figli. Questa pratica si affianca al contributo una tantum erogato alla nascita del bambino, qualora i genitori fossero in difficoltà economiche, e ad altri incentivi statali previsti in determinati casi. L’iniziativa in sè del governo italiano potrebbe risultare efficace, ma i requisiti per accedere alle agevolazioni sono molto rigidi, limitando di fatto l’accesso ai servizi a molte famiglie che ne avrebbero concretamente bisogno.

Tasse su alcolici, tabacco e gioco

La strategia di ridimensionamento delle tasse prevista per il 2014 nel Regno Unito, coinvolgerà anche gli alcolici, il tabacco e il gioco autorizzato: saranno infatti diminuite le tasse sulla birra, mentre verranno dimezzate le imposte sul bingo. In aumento, invece, le tasse sul tabacco e sulle scommesse on-line (queste ultime saranno incrementate del 25%).

Incentivare il business

Il nuovo Budget statale prevede importanti agevolazioni per chi sceglie di mettersi in proprio e aprire un’attività, con particolare riferimento al settore delle esportazioni. Gli imprenditori locali possono contare, infatti, sulla possibilità di ricevere un prestito direttamente dallo Stato, per un ammontare complessivo che, nel prossimo biennio, raggiungerà i 3 miliardi di sterline. Inoltre, all’incremento delle risorse disponibili corrisponderà una riduzione del tasso d’interesse applicato, che sarà più basso di un terzo.

Incentivare la costruzione e la corretta gestione di case e infrastrutture

Un ultimo punto molto importante del nuovo Bilancio inglese, riguarda gli immobili e vanno dal sistema di agevolazioni per chi acquista una casa alla costruzione di 200.000 nuove unità abitative. Saranno incrementate, infine, le risorse disponibili per la manutenzione delle strade e delle infrastrutture pubbliche, parallelamente a un aumento dei fondi disponibili per riparare i danni alle case causati dalle alluvioni.

Articolo interessante? Condividilo ora su Facebook!

Cosa ne pensi? Scrivi la tua opinione